Come arredare con un tappeto insolito

Per chiunque si trovi davanti all’acquisto del suo primo tappeto l’impresa potrà sembrare ardua. Nei negozi specializzati si trovano un’infinità di tappeti di varie forme e colori, intrecci, disegni e differenti tipi di tessuto. La scelta non è affatto facile.

Abbiamo deciso quindi di fare una carrellata di tappeti particolari e che potrebbero dare alla vostra casa un tocco personalissimo e liberarvi dai soliti cliché arredativi.

Il primo che vi andiamo a presentare è in vendita presso “Floor to Heaven“. Si tratta di un tappeto realizzato in Flauschteppich, ossia a pelo lungo molto morbido e soffice. Il che cozza non poco con ciò che il tappeto rappresenta. Infatti questo meraviglioso tappeto riproduce la sezione del tronco di un albero. Il tappeto ha tonalità calde e sebbene la trama riproponga l’immagine di un tronco solido, la sua superficie non lo è affatto.

tappeti strani1

Per celebrare il 40° anniversario dello sbarco sulla luna, il designer Martin Mostböck ha realizzato un tappeto dal design moderno che rompe gli schemi di quello più classico. Il tappeto è di forma circolare con un diametro di 200 centimetri e ha molti buchi di varia forma che ricordano in tutto e per tutto la superficie del nostro satellite. Il costo di quest’opera d’arte è 628 euro e di sicuro può e deve essere inserito in una casa in cui lo stile di arredamento sia quello moderno.

tappeti strani

Vincitore della medaglia di bronzo del 2009 all’International Design Excellence il Sound Carpet è un tappeto innovativo e che farà impazzire i più giovani. Infatti questo tappeti è dotato di angoli rialzati che contengono degli altoparlanti nascosti per poter ascoltare della musica. E’ stato realizzato da Lim Hyuntaik e consente di usare questo tappeto in modo tradizionale o anche come luogo per ascoltare musica, leggere e scambiare chiacchiere.

tappeti strani2

Commenti

    • dice

      Grazie mille per la segnalazione Roberta. Avevi ragione il tappeto Do-Lo-Rez Nanimarquina è davvero interessante!!
      Sicuramente sarà presente nel prossimo articolo sui tappeti!!!
      Saluti,
      Paola Ferracuti

  1. dice

    Se è vero che a volte il tappeto classico crea una discontinuità gradevole con l’arredamento ultra moderno, è sicuramente difficile dire il contrario. Se posso individuare una differenza sostanziale tra gli splendidi tappeti moderni che ho visto qui e quelli classici, sta nel fatto che gli ultimi sono decisamente più caldi ed accoglienti, mentre i primi più cerebrali e concettuali. La casa non è più un riparo, ma un luogo in cui riflettere e ripensare se stessi in ogni momento. Da qui le riflessioni sociologiche si sprecano…

Rispondi a Vincenzo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>