Eleganza e semplicità: il futon

Il letto è il re della camera da letto. Scegliere quello giusto è fondamentale sia per mantenere uno stile impeccabile anche nella stanza dedicata al riposo, sia, e molto più importante, per avere un letto che si adatti perfettamente al nostro stile di sonno.

Oggi vi parleremo di un letto che è ecologico, comodo e 100% naturale: il futon.

Il futon è il letto tipico giapponese. Letteralmente significa “materasso arrotolato”. Perché è di questo che si tratta. In Giappone il futon si appoggia su una stuoia, tatami, direttamente a contatto con il pavimento. Al risveglio, il futon viene arrotolato e disposto in un armadio per poter usare la stanza in cui si è dormito in altra maniera.

Il futon è un oggetto ecologico, realizzato con materiali completamente riciclabili. La parte interna del materasso è formata da una serie di falde di cotone cardato nel numero di strati necessario per creare lo spessore desiderato; in Giappone solitamente lo spessore è di 6/7cm, mentre in occidente lo spessore aumenta fino ai 14cm.  Si possono anche inserire strati di fibra di cocco per aumentarne la traspirabilità e di lattice, per dare elasticità e indeformabilità al materasso. La parte esterna è realizzata interamente in cotone solitamente non sbiancato chiamato drill.

Il futon è però un materasso che richiede una particolare manutenzione. Almeno 3 volte la settimana, è consigliabile areare il futon al sole poiché tende a conservare al suo interno l’umidità che si crea durante il sonno. Inoltre sarebbe buona prassi anche  batterlo in modo da riassestare il cotone al suo interno. In Giappone si usa una sorta di battitappeti in bamboo chiamato “futon tataki”.  L’alternativa più comoda per asciugare il futon è quella di utilizzare il phon per futon. In pratica soffiando aria calda all’interno del futon lo asciuga evitando che si formino cattivi odori e muffa.

In Occidente l’uso del futon si è molto diffuso, soprattutto perché è realizzato con materiali ecologici, ma anche perché è davvero comodo. La versione occidentale del tatami è una struttura per letto più bassa del normale, realizzata in doghe che però non devono essere distanti più di 7/8cm per garantire una corretta postura corporale durante la notte.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>