Come arredare con “Delirious Home”

La settimana milanese dedicata al design è finita, ma ancora non vi abbiamo mostrato tutte quelle creazioni che ci hanno più sorpreso e fatto restare senza parole. Ogni anno il Salone del Mobile di Milano è fucina di opere meravigliose e oggetti di culto e quest’anno ovviamente non è stato da meno.

Il lavoro di cui vogliamo parlarvi oggi si chiama “Delirious Homeed è il frutto del lavoro degli studenti della Industrial Design and Media & Interaction Design de l’Ecal, con sede in Svizzera. Il loro lavoro è sviluppato in una serie di creazioni di oggetti che all’apparenza sembrano comuni, ma che in realtà non lo sono affatto. Si tratta di un lavoro ben studiato e calibrato per far sì che oggetti di uso comune si fondessero con la tecnologia moderna e la domotica in modo da reanderla più accessibile e meno distaccata, anche per i meno avvezzi.

delirious home2

Le loro creazioni hanno qualcosa di geniale per la loro semplicità. Hanno presentato una collezione che comprende diversi complementi arredo molto diversi tra di loro ma che hanno come filo comune l’estetica applicata alla tecnologia. Uno di quelli che ci ha particolarmente colpito è assolutamente delizioso. Si tratta di alcune piantine grasse in vaso che se sfiorate con la mano ci parlano. Un altro oggetto molto particolare e bello è il cucchiaino che segue la tazzina del caffè.

delirious home

E abbiamo lasciato il più sorprendente per la fine…. La famiglia Addams ne sarebbe fiera! Si tratta di una tenda automatica che si apre grazie ad una mano elettronica che ne discosta le due parti. Meravigliosamente unica!!!

Grazie alla serie di Delirious Home la casa può diventare tecnologica pur rimanenedo divertente e senza stravolgere i canoni abituali di arredamento. Piccoli gioielli che posti in casa daranno un tocco futuristico senza che ve ne rendiate conto!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>