Come arredare con poltrone che sembrano fiori

Da molti anni oramai designers di tutto il mondo trovano ispirazione da elementi naturali per le loro creazioni. Foglie, alberi, vento, deserto, acqua sono muse a cui artisti di ogni tipo attingono per trovare lo spunto creativo. A questo porposito oggi vi vogliamo parlare di un designer che ha trovato nei fiori l’idae per creare delle poltrone: Kenneth Cobonpue.

Designer pluri-premiato, conosciuto in tutto il mondo per le sue creazioni, tra i suoi clienti ci sono attori famosi come ad esempio Brad Pitt e anche alcuni membri della famiglia reale, Kenneth Cobonpue è un artista che riesce a fondere materiali e produzioni artigianali con l’innovazione tecnologica come nessuno. Le sue opere sono apparse in molti film come ad esempio Ocean13 e CSI.

Delle innumerevoli opere realizzate vi vogliamo parlare della poltrona “Bloom“; sarà perché è inverno e ci manca tanto la primavera, sarà che è semplicemente meravigliosa, sta di fatto che questo pezzo è quello che ci ha colpito di più.

Il Bloom è completamente realizzato a mano ed è fatto di microfibra cucita su un top in resina con base in acciaio. La delicattezza del bocciolo di un fiore viene ricreata attraverso sottilissime cuciture che si irradiano dal centro della poltrona creano anche una piacevole sensazione tattile. E’ disponibile in molte varianti di colore: giallo, blu, verde, rosso. Tre sono le varianti disponibili: Easy armchair, Easy armchair swivel, e club chair che è dotata di uno schienale più alto.

E’ sicuramente una seduta particolare non adatta a qualsiasi tipo di arredamento, ma che secondo noi può rappresentare un punto focale in una stanza in stile minimal. Adatta ad ambienti indoor Bloom è una poltrona comoda e particolarmente bella, adatta a chi ama osare nel proprio arredamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>