Come creare un rifugio per i senzatetto

Il mondo del design spesso si interessa di cause nobili e crea degli oggetti che sono destinati a chi ne ha bisogno. Questo è il caso del designer Gregory Kloehn di Oakland che ha creato dei rifugi per i senzatetto presenti nella Bay Area.

rifugio

Il problema per molti di questi poveri sventurati è affrontare le gelide notti invernali senza un’adeguata sistemazione per la notte. E a tal proposito Kloehn ha pensato a una soluzione semplice e pratica: realizzare dei micro rifugi moventi che possano essere usati come ricovero per la notte. A vederli si presentano come delle piccole cucce per animali, ma grazie al tocco dell’artista di Oakland queste piccole camere sono comunque simpatiche e gradevoli. E comunque, pur non avendo una forma estremamente allettante svolgono a pieno il loro compito di protezione dalle intemperie.

Per la realizzazione di ogni rifugio l’artista ha speso dai 30 ai 50 dollari e questo perché si è avvalso dell’uso di materiali di riciclo come fogli di compensato, pallet, coperte, vecchi mobili e teloni. In effetti il vero costo di questi piccoli rifugi è quello per le parti servite per l’assemblamento dei vari pezzi come le viti e le cerniere. I vari elementi sono stati smantellati e riassemblati per ottenere delle piccole unità di accoglienza, confortevoli, calde e asciutte.

rifugio2

Ciascuna unità è abbastanza grande da accogliere una persona. Il tetto è a spiovente così da permettere il reflusso dell’acqua piovana e impedire le infiltrazioni dell’acqua. Inoltre i rifugi sono dotati di gomme così da poter essere spostati a piacimento e dove se ne ha la necessità.

Ci piace quando un artista si mette a disposizione della comunità per questo tipo di progetti. Bravo lui!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>