Come vivere a New York

Ristrutturare un appartamento non è sempre facile. Seguire il gusto dei padroni di casa, valorizzare gli ambienti e lo spazio non sono imprese da poco. Ma in questo appartamento di New york, l’architetto Tim Seggerman di Brooklyn è riuscito perfettamente in tutto. Ha creato un appartamento molto bello e semplice che però è estremamente funzionale e particolare per alcune chicche che vi diremo in seguito.

new york1

Seggerman aveva a disposizione un appartamento di circa 22 metri quadrati e il suo scopo era quello di realizzare sì uno spazio di design, ma anche un luogo funzionale, pratico e al contempo dove potersi rilassare in tranquillità. In sostanza lo spazio abitativo è composto da una zona giorno aperta con cucina e living su una stessa stanza, un bagno, un soppalco per la camera da letto, una piccola libreria ed è riuscito anche a trovare spazio per posizionare una lavatrice, lusso non indifferente per chi abita a New York.

La libreria, come anche lo spazio per lavare sono stati ricavati da due nicchie ricavate nel soppalco. La libreria è stata rivestita da pannelli con scaffali per riporre i libri e al suo interno è possibile anche sedersi e godere della lettura di un buon romanzo. Entrambe le nicchie possono essere chiuse e scomparire alla vista lasciando che lo spazio diventi unicamente una comoda camera da letto.

new york3

Nella zona living ha trovato posto anche un bellissimo camino ristrutturato che messo insieme alla presenza del legno dona all’ambiente calore e comfort.

new york2

All’interno sono stati usati dei materiali naturali come il legno chiaro per alleggerire lo spazio e dare un senso di ariosità agli ambienti. Un gioiello posto nel cuore della Big City che evoca persino i cottage di montagna.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>