Salone del Mobile 2014: Rossana Orlandi

Durante la settimana milanese de design non potete di certo mancare di visitare la galleria di Rossana Orlandi che si trova in via Matteo Bandello 14 e 16. La galleria sarà aperta fino a domenica 13 aprile dalle 9.00 alle 20.00.

La galleria di Rossana Orlandi nasce nel 2008 e si atricola in uno spazio all’aperto sul giardino e in un negozio di due piani. Lo scopo di questa galleria è quello di promuovere il design attraverso le proposta di artisti emergenti e particolari. E proprio in quest’ottica la Galleria in questa settimana presenta una quantità varia e particolare di pezzi unici e opere da vedere assolutamente.

rossana orlandi3

Uno fra tutti, anticonformista e retrò, un po’ fuori moda e ai tempi moderni apparentemente inutile; eppure così affascinante e magnetico. Parliamo del kit per accendere il fuoco manualmente presentato da Francesco Faccin. Il kit è stato mostrato per la prima volta a Stoccolma ma ora è possibile acquistarlo da Rossana Orlandi.

rossana orlandi2

Il veneziano Andrea Deppieri presenta la sua collezione Têtes de Bois. Si tratta di complementi arredo e accessori per la tavola realizzati in legno, figli del copricapo realizzato nello stesso materiale che ha reso famoso questo giovane designer.

Vetro, resina e metallo; questi i materiali usati da due designer: Sander Wassink e Ma’ayan Pesach, per realizzare la loro collezione di lampade Stacked Light. Si tratta di lampade a sospensione realizzate con materiali da recupero. La loro semplicità è disarmante così come la loro bellezza.

Questi sono solo alcuni dei designer presenti alla galleria di Rossana Orlandi. Pezzi unici del design in venditae in esposizione per il Fuorisalone di Milano 2014. Uno spazio da non perdere per tutti gli amanti di oggetti unici e particolari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>