Come rinnovare il pavimento

Ristrutturare una casa presenta molti inconvenienti e sicuramente molte spese. Tra le mille voci che ci preoccupano quando cerchiamo di fare una stima di massima ci sono sicuramente i rivestimenti per i pavimenti.

Il costo dei pavimenti di bagni e stanze varie della casa possono lievitare enormemente se oltre alla spesa per i materiali dobbiamo sommare anche la quella per la rimozione di quelli preesistenti. Per non parlare del tempo tecnico che serve per eseguire prima lo smantellamento e poi la messa in opera delle piastrelle o del parquet.

Oggi vi vogliamo proporre due materiali nuovi che si stanno facendo largo nell’edilizia civile: il microcemento e la resina. Questi due materiali sono finora stati utilizzati soprattutto per i rivestimenti di locali commerciali, scuole e ospedali. Soprattutto negli ultimi anni però il loro uso sta piano piano diffondendosi sempre più anche in ambito delle civili abitazioni.

Questi due materiali possono essere utilizzati direttamente sopra il vecchio rivestimento abbattendo così costi per la rimozione e tempi di lavoro. La loro praticità non finisce qui. Sia il microcemento che la resina sono due materiali che sono facilmente pulibili e per questo anallergici.

Il microcemento si versa sopra il pavimento vecchio e con la spatola si spalma fino ad ottenere uno spessore si circa 2 mm con tre mani di prodotto. Il microcemento è un prodotto adatto soprattutto per evitare traspirazioni di umidità e quindi è utilizzabile anche per i fondi di piscine. Il microcemento è disponibile in moltissimi colori e può essere sia opaco che lucido. Inoltre è possibile dare al pavimento anche una profumazione. Infatti passando sul pavimento delle cere specifiche profumate potrete dare alla vostra casa un piacevole profumo di mandorle piuttosto che di limone.

La resina è un materiale sicuramente più conosciuto del microcemento. Il suo spessore è maggiore ( 10mm) ma praticamente le sue caratteristiche lo rendono un materiale adatto a qualsiasi abitazione. E’ facilmente applicabile, ha una forte resistenza meccanica, è impermeabile e non si ritira una volta asciugato. E come il microcemento è disponibile in mercato in moltissimi colori. Addirittura è possibile riprodurre l’effetto del marmo o del legno.

Commenti

  1. ARKdeko dice

    Sempre più numerosi sono i locali commerciali e le abitazioni private arredati con pavimentazioni in resina. Con la resina basta poco per rendere anche il pavimento un elemento decorativo dell’ambiente. Lo spessore di un pavimento autolivellante (il più diffuso) varia tra i 2 e i 4 mm.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>