Come convertire un tetto in giardino

L’idea di convertire un tetto in giardino è molto antica, basti pensare Babilonesi. Ma oggi per realizzare un giardino sul tetto di un’abitazione sono molte le cose da tenere presente.

Per prima cosa occorre verificare se la struttura dell’abitazione è o meno in grado di sopportare un aumento di carichi, poiché se non lo fosse bisognerà valutare la possibilità di un rinforzo strutturale. Una volta stabilito che la struttura è in grado di sopportare un aumento del carico, il secondo passo è quello di consultare le norme relative alla modifica paesaggistica del proprio paese. Infatti, trattandosi di una modifica esterna visibile dovrà avere l’approvazione del comune di riferimento. Se poi, vivete in un condominio avrete ovviamente bisogno anche dell’accordo di tutti i condomini.

Una volta che avrete tutte le carte in regola per poter realizzare un giardino sul tetto dovrete scegliere quale tipo di copertura desiderate: verde intensivo o verde estensivo.

Il verde intensivo si può applicare sui tetti piani con una portanza superiore ai 150kg. Potrete trasformare il vostro tetto in una vera oasi verde, un parco a tutti gli effetti, con piante, panchine e molto altro. Il verde estensivo invece è applicabile anche ai piani inclinati ed è sicuramente una scelta più economica. La vegetazione di questo tipo di copertura è superficiale e non supera i 15/20cm di profondità.

Per realizzare una copertura verde sul tetto consigliamo di rivolgersi a tecnici specializzati che effettueranno tutte le verifiche necessarie per voi sia in ambito burocratico che di istallazione delle colture.

Ma oltre che per puro senso estetico, la scelta di un giardino o orto sul tetto è conveniente anche per molti altri aspetti. Una copertura verde sul tetto aumenta l’isolamento acustico, depura l’aria, aumenta l’inerzia termica ossia rallenta il passaggio del calore ( fresco d’estate e caldo d’inverno) consentendo una diminuzione notevole del consumo energetico. Per tale motivo se una copertura verde soddisfa i parametri dettati dalla legge, ovviamente, può beneficiare della detrazione del 55% per le opere finalizzate al risparmio energetico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>