Come vivere dentro un uovo

Hotel, b&b, pensioni, ostelli etc si sono evoluti negli ultimi anni. Non solo offrono accomodazioni e servizi di ogni genere, ma riescono anche a intrattenere gli ospiti attraverso architetture sempre più insolite e particolari. E’ il caso di questo hotel che ha come camere delle piccole capsule che ricordano per la loro forma quella di un uovo.

albang

Il progetto è stato realizzato dallo studio coreano Yoon Space + Song Pyoung e ha trovato la sua collocazione presso la spiaggia di Osan a Seul. Queste piccole unità sono qualcosa di unico. Sono piccoli gusci che possono ospitare fino ad un massimo di due persone per volta visto che la superficie interna supera di poco i 6 metri quadrati.

albang4

Il guscio è stato realizzato in polistirene espanso. Questo materiale è stato scelto per la sua duttilità e leggerezza, consentendo ai proprietari di poter spostare a piacimento ogni unità. Queste piccole capsule sono chiamate “Albang”.

albang3

Le Albang si presentano con un aspetto che ricorda quello di un uovo. Sono lisce e con una superficie bianca. Oltre alla porta di ingresso ogni unità è dotata di due finestre circolari per permettere alla luce di filtrare all’interno e da dentro di poter contemplare il panorama circostante.

albang2

Gli interni delle Albang sono stati lasciati bianchi, ma ogni capsula differisce dalle altre per il colore delle porte e delle finiture interne.

albang1

Un’accomodazione sicuramente particolare e a tratti surreale, ma che garantisce privacy e la possibilità di trascorrere la propria vacanza in modo unico e fuori dagli schemi convenzionali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>