Come vivere in un container

L’esigenza di avere una propria abitazione è di molti. Gli appartamenti che si trovano sul mercato oggi, anche quelli di ridottissime dimensioni, hanno dei prezzi elevatissimi. A questo bisogna aggiungere tutte le spese accessorie per il mantenimento di una casa, le varie forniture di energia e i permessi di costruzione.

container4

In Nuova Zelanda, la designer Brenda Kelly, ha realizzato una tiny house completamente funzionale che è anche off-grid, ossia autonoma dal punto di vista delle forniture energetiche di luce e gas, partendo da un container.

container

Per evitare di pagare le commissioni urbane vigenti in Nuova Zelanda una casa deve essere al di sotto dei 10 metri quadrati. Per questo motivo la Kelly ha utilizzato 6 metri quadrati di un container e scegliendo i giusti arredi e disponendo i vari ambienti in modo oculato, è riuscita a realizzare una casa moderna e comoda.

container3

Innanzitutto per massimizzare l’apporto di luce naturale all’interno del container, in cucina e in bagno sono stati posti dei teli trasparenti. Quindi il passo successivo è stato quello di disporre al meglio i vari ambienti.

container2

A differenza di molte tiny house, che hanno la camera da letto soppalcata, la Kelly ha scelto per una soluzione opposta. Il letto si trova sotto il soppalco per prediligere la zona living che si trova sopra e gode di molta luce e spazio.

container1

La cucina è stata arredata con mobili moderni dalle linee semplici. Per essere autonoma per quanto riguarda la fornitura del gas, ha scelto di optare per un bruciatore portatile a gas che viene tirato fuori all’occorrenza. In caso di ospiti è stato posto un grande barbecue all’esterno che si trova comunque in una zona riparata.

La camera ha un letto matrimoniale e sotto le scale sono stati ricavati degli spazi per riporre gli oggetti, mentre l’armadio si trova ai piedi del letto.

Considerando che questa casa è costata ai proprietari circa 20.000 euro ci sembra comunque un vero affare. L’unico problema in Italia sarebbe quello dato dall’altezza interna del container stesso. Però si potrebbe ovviare a questo problema sistemando due o più container vicini in posizione verticale raggiungendo così le altezze previste dalla nostra legge.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>